You are currently viewing Mozione di DIMMI sulle Nuove Scuole in Consiglio comunale: si può cambiare
  • Tempo di lettura:3 mins read

“Scuole, Parcheggi e Viabilità” 

Mentre le precedenti Amministrazioni comunali avevano previsto la realizzazione del nuovo polo scolastico nell’area industriale dismessa della ex-Metalplast, l’Amministrazione comunale attuale ha, di fatto, cambiato radicalmente previsione giustificando tale scelta con il calo demografico della popolazione in età scolastica, ritenendo che la costruzione del nuovo polo scolastico così come previsto e progettato nell’area ex-MetalPlast fosse sovradimensionato e non più adeguato alle necessità attuali.

In pratica la sola ristrutturazione di alcune scuole già presenti sul territorio insieme alla costruzione di un nuovo edificio scolastico in centro, al posto del parcheggio posto dietro l’edicola, è considerato già sufficiente dall’amministrazione comunale per soddisfare le esigenze di edilizia scolastica del comune di Sasso Marconi.


Non tutte le situazioni sono però ottimali, mentre per l’area ex-Metalplast può essere decisa dall’amministrazione una nuova destinazione, per i commercianti e per i residenti del centro l’eliminazione del parcheggio dietro l’edicola rappresenta un grande disagio poiché renderebbe problematico il parcheggio in centro sia per i clienti delle attività commerciali che per i residenti.


Di fronte ad un effettivo calo demografico bisognerebbe avere un atteggiamento più propositivo, ad esempio incentivando politiche per la famiglia anziché limitarsi a ridimensionare le previsioni delle “Nuove scuole” e il numero di parcheggi pubblici disponibili.

Nuove abitazioni in previsione

Va ricordato che in alcune aree del territorio comunale quali Borgonuovo, S.Lorenzo, zona ex-Metalplast, e zona ex-Kemet sono previsti interventi di edificazione per la realizzazione di edifici abitativi che comporteranno di conseguenza l’aumento in maniera significativa del numero di residenti e quindi anche dei possibili fruitori dei servizi comunali e scolastici. 

IL SONDAGGIO DI DIMMI

Abbiamo interpellato parte della cittadinanza sia con un sondaggio online che cartaceo , con distribuzione e raccolta dei questionari tramite banchetti informativi dove chi è venuto a trovarci si è potuto informare maggiormente ed esprimere il suo parere in particolare sulle informazioni ricevute ed sul coinvolgimento da parte del Comune rispetto al progetto proposto e come si sa, gli esiti rispetto alla proposta del Comune sono stati negativi per oltre l’80% degli intervistati. 

Cosa chiediamo, cosa proponiamo?

Vorremmo migliorare la vivibilità e l’offerta di servizi alla popolazione e pensiamo che sia necessaria una politica positiva di crescita sociale ed economica che guardi avanti.

La realizzazione del progetto originario può essere affrontato per fasi successive così da non dover avere difficoltà economiche. Si potrebbe ad esempio procedere inizialmente alla cessione di una parte del terreno ricevuto finanziando così una porzione della nuova scuola, per poi continuare mediante tappe intermedie nella realizzazione dell’intero progetto, utilizzando anche i fondi del PNRR, che rappresentano un’opportunità unica che occorre cogliere. 

Si potrebbe così creare non solo il Polo Scolastico ma anche tutti i servizi connessi come ad esempio le palestre, la piscina (con una parte che potrebbe essere anche all’aperto) creando quindi nel contempo anche un nuovo polo sportivo a disposizione dell’intera cittadinanza. 

Ci auguriamo una nuova e più attenta valutazione prima di iniziare qualcosa che potrebbe isolare maggiormente il capoluogo.